Nel Decreto Sostegni è stato rinnovato per altri 3 mesi il Reddito di emergenza (REM): marzo, aprile e maggio 2021.

Il REM è stato esteso anche per i disoccupati a cui è scaduta, tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021, l’indennità Naspi e Discoll o che hanno un ISEE inferiore ai 30.000€.

L’INPS ha comunicato che la possibilità di fare domanda per il Reddito di Emergenza è stata prorogata fino al 31 maggio 2021.


COS’E’ IL REDDITO DI EMERGENZA

Il Reddito di emergenza (REM) è un aiuto economico dato alle famiglie che si trovano in uno stato di necessità. Nello specifico è un assegno erogato in 2 quote con un valore tra 400 e 800 euro in base al nucleo familiare. Può arrivare a 840 euro nel caso in cui sia composto da disabile grave e persona non autosufficiente.


REQUISITI

Per ottenere il Reddito di Emergenza è necessario avere determinati requisiti, che dovranno essere dichiarati nella domanda per poi essere verificati dall’INPS stesso. I requisiti sono:

  • patrimonio mobiliare inferiore a 10.000€ riferito all’anno 2020. La soglia aumenta di 5.000€ per ogni componente del nucleo familiare diverso dal richiedente e raggiunge un massimo di 20.000€. A tale si aggiungono 5.000€ nel caso sia presente un componente con disabilità grave o non autosufficiente;
  • reddito familiare, riferito alla mensilità di febbraio 2021, inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio del Rem. Per i nuclei familiari che risiedono in abitazione in locazione la soglia per accedere aumenta di un dodicesimo del valore annuale dell’affitto;
  • residenza in Italia, prendendo a riferimento il solo componente richiedente il beneficio;
  • Isee in corso di validità, non superiore a 15.000€;
  • nel nucleo familiare non ci devono essere componenti che percepiscono, o hanno percepito, una delle indennità Covid-19 riservate ai lavoratori dello spettacolo, dello sport, dei lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;

IMPORTANTE: il Reddito di cittadinanza (RDC) o la Pensione di cittadinanza non possono essere richiesti se all’interno del nucleo familiare ci sono componenti che li percepiscono o li hanno percepiti. Inoltre, non possono richiedere il Rem coloro che percepiscono una pensione diretta o indiretta (è escluso l’assegno di invalidità), un qualunque sostegno pubblico per far fronte all’emergenza Covid-19 o uno stipendio superiore all’importo del Rem, cioè una retribuzione che parte dai 400€ fino ai 840€.


COME OTTENERLO

Le famiglie che richiedono il REM per la prima volta devono presentare la domanda entro il 31 maggio 2021 tramite il modello di domanda dato dall’INPS. I nuclei familiari che hanno già ricevuto questo sostegno non hanno necessità di farlo.

La domanda può essere presentata sul portale dell’INPS accedendo con codice PIN, Spid, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi. In alternativa ci si può rivolgere a un CAF o a un patronato. Qualunque sia la modalità è necessario essere in possesso della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Nel caso di presenza di minorenni in famiglia, si può presentare l’Isee minorenni.

Per coloro che non sanno che cos’è SPID e come richiederlo vi lascio i link dei video precedenti che ho pubblicato:

Che cos’è SPID

Come fare SPID (con riconoscimento di persona)

Come fare SPID 1 (con sms su cellulare certificato)

Come ottenere SPID livello 2

Seguite il canale AmiraMondo dove troverete sempre tutte le informazioni che avete bisogno. Ricordatevi di iscrivervi al canale di AmiraMondo per rimanere sempre informati!

Seguiteci anche sui nostri social Instagram e Facebook

Cliccando sul video seguente è possibile vedere la modalità con cui poter fare la domanda per il Reddito di emergenza.

FONTI INPS

Di Iaconeta V.

Laureanda in scienze investigative, dipartimento di giurisprudenza, presso l'Università degli studi di Foggia. Interessandomi all'attualità ed alle politiche sociali ed assistenziali, sono approdata a scrivere per l'associazione AmiraMondo, condividendone gli interessi e l'impegno altruistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.