Con il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 è stata applicata una misura per contrastare la povertà, il Reddito di cittadinanza. Un aiuto economico utile per reinserire il cittadino nel mondo del lavoro.

Ecco tutte le novità, i requisiti, come ottenerlo o rinnovarlo.


RDC: REQUISITI

Chi lo richiede deve essere un cittadino maggiorenne e si deve trovare in una delle seguenti condizioni:

  • italiano o dell’Unione Europea;
  • cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  • cittadino di Paesi terzi familiare di cittadino italiano o titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • titolare di protezione internazionale;

IMPORTANTE: è necessario essere residente in Italia per almeno 10 anni, di questi gli ultimi due anni devono essere continuativi.

REQUISITI ECONOMICI

Per ottenere il reddito di cittadinanza è necessario:

  • ISEE inferiore a 9.360 euro
  • il valore del patrimonio immobiliare in Italia e all’estero, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  • patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10.000 euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5.000 euro in più per ogni componente con disabilità e euro 7.500 per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza).
  • reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui, moltiplicato per il parametro della scala di equivalenza. Se il nucleo familiare risiede in un’abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro.

I cittadini di Paesi extracomunitari devono produrre una certificazione rilasciata dall’autorità competente dello Stato estero, tradotta in italiano e legalizzata dall’autorità consolare italiana. Non è richiesta tale certificazione nei seguenti casi:

  • i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea hanno lo status di “rifugiato politico”;
  • le convenzioni internazionali dispongano diversamente;
  • i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea dove è oggettivamente impossibile acquisire le certificazioni.
SCALA DI EQUIVALENZA
NUMERO DI COMPONENTISCALA DI EQUIVALENZA
11
21.57
32.04
42.46
52.85
INCREMENTO CASI PARTIOLARI
+0.35 Per ogni altro componente oltre i 5 familiari
+0.2Se ci sono figli minori e un solo genitore;
Se ci sono figli minori ed entrambi i genitori lavorano
+0.5 Per ogni componente con handicap psicofisico permanente o invalidità maggiore al 66%

La scala di equivalenza non tiene conto dei componenti che si trovano in queste condizioni:

  • disoccupati a seguito di dimissioni volontarie avvenute nei dodici mesi precedenti, sono escluse le dimissioni per giusta causa;
  • ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture a carico dello Stato
  • sottoposti a misura cautelare personale, nonché a condanna definitiva intervenuta nei 10 anni precedenti la richiesta
ALTRI REQUISITI

Per avere il reddito di cittadinanza è necessario che nessun componente del nucleo familiare possieda:

  • autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi precedenti alla richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per le persone con disabilità);
  • navi e imbarcazioni da diporto

RDC: COME OTTENERLO

A causa dell’emergenza Covid-19, l’INPS permette ai cittadini di fare domanda per il reddito di cittadinanza anche attraverso il loro sito istituzionale online. Di seguito la guida completa su come ottenerlo.


RDC: IL RINNOVO

l Reddito di Cittadinanza è concesso per un massimo di 18 mesi, trascorso questo periodo di tempo esso può essere rinnovato, con sospensione di un mese. A partire dal mese successivo a quello della scadenza si può presentare una nuova domanda, i requisiti vengono rispettati allora dal mese successivo alla presentazione della domanda il reddito sarà concesso per altri 18 mesi.

La procedura per presentare la domanda del rinnovo è la stessa utilizzata per le nuove domande, viene utilizzato lo stesso modulo. Nel caso in cui la domanda viene presentata dallo stesso richiedente, il beneficio sarà erogato sulla medesima Carta di pagamento altrimenti se è presentata da un altro componente, sarà necessario ritirare una nuova Carta.

IMPORTANTE: Chi presenta dichiarazioni o documenti falsi o che attestino cose non vere o omette informazioni dovute è punito con la reclusione da due a sei anni. se si omette la comunicazione all’ente erogatore delle variazioni di reddito o patrimonio la reclusione va da uno a tre anni.


NOVITA’ COVID-19

Il Decreto Rilancio prevede che i lavoratori che possono beneficiare delle indennità COVID-19 che appartengono a nuclei familiari che già percepiscono il Reddito di Cittadinanza, possono presentare domanda per accedere alle indennità.

La domanda può essere presentata se l’importo del Reddito di cittadinanza è inferiore a quello dell’indennità COVID-19. Se la domanda viene accolta, il Reddito di cittadinanza sarà integrato fino all’ammontare dell’indennità COVID, per ciascuna mensilità.

lavoratori domestici che ricevono già il Reddito di cittadinanza possono richiedere l’indennità per i lavoratori domestici. Anche in questo caso, il versamento dell’indennità va ad integrare il beneficio del Reddito di cittadinanza fino all’ammontare della stessa indennità.

Inoltre chi riceve il Reddito di cittadinanza può stipulare con i datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine, non superiori a 30 giorni, rinnovabili per altri 30 giorni, senza subire la perdita o la riduzione dei benefici previsti, nel limite di 2.000 euro all’anno.

Di Iaconeta V.

Laureanda in scienze investigative, dipartimento di giurisprudenza, presso l'Università degli studi di Foggia. Interessandomi all'attualità ed alle politiche sociali ed assistenziali, sono approdata a scrivere per l'associazione AmiraMondo, condividendone gli interessi e l'impegno altruistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.